ARCHIVIO CATTANEO

Asilo Infantile Giuseppe Garbagnati, 1935


Asilo Infantile Giuseppe Garbagnati, 1935 La prima opera realizzata da Cesare Cattaneo appena terminati gli studi universitari con l'amico Origoni è anche quella che purtroppo nel corso degli anni ha subito una serie di inopportune modifiche che ne hanno completamente deturpato l'impianto originario.
La più purista e la più pura tra le sintesi di Cattaneo in chiave razionalista. Ritornano qui, elaborati in maniera più sicura e meno convenzionale, gli incroci di corpi bassi e allungati che Cattaneo aveva già esplorato e sperimentato nei suoi primi esercizi architettonici.
Cattaneo ha solo 23 anni all'epoca del progetto, ma in questa sua prima architettura realizzata si intravede già lo sforzo di far coincidere valori funzionali, valori espressivi e ragioni costruttive: concetti in fieri che troveranno la massima applicazione nella casa di Cernobbio, ma che sono una costante nell'attività dell'architetto, esplicitandosi anche nei suoi scritti.
"Configurato da una planimetria ad andamento centrifugo, l'asilo è articolato secondo le diverse specializzazioni funzionali e si configura dinamicamente nei vari prospetti. Il fulcro attorno a cui ruota la composizione è costituito dallo spazio destinato alle attività ricreative e al disimpegno per le aule e il refettorio. Luogo centrale ... esso si proietta in facciata attraverso un'ampia vetrata suddivisa in scomparti asimmetrici, dove i requisiti di tipo funzionale si conciliano con un disegno ... di equilibri astratti. Cattaneo gioca sulla possibilità di avere elementi fissi ed elementi mobili per assicurare la ventilazione, alterna parti trasparenti a parti opache al fine di minimizzare gli effetti termici; usa il vetrocemento bloccandolo all'altezza degli occhi dei bambini per consentirne giochi sicuri e non precludere la vista del paesaggio esterno. Si enuncia cioè già in questa prima prova, quell'impegno nel far coincidere i valori espressivi con i valori funzionali che costituirà una costante e tra le più valide caratterizzazioni dell'opera dell'architetto". (O.Selvafolta, Cesare Cattaneo Architetto. Le prefigurazioni plastiche, 1989).  


Bibliografia:

E. Terzaghi, Asilo infantile ad Asnago, in "Architettura", a. XVII, 1938, pp. 370-371. 

Asilo ad Asnago, in "Casabella-Costruzioni", a. XI, n. 129, settembre 1938.

A. Pica, Architettura moderna in Italia, Hoepli, Milano 1941.

M. Di Salvo, Cesare Cattaneo: oltre il razionalismo, in "Quadrante lariano", a. I, 1968, n. 3, pp. 51-64.

S. Danesi, Cesare Cattaneo. Neoplatonismo nell'architettura razionale del gruppo di Como, in "Lotus", n. 16, settembre 1977, pp. 89-121.

R. Fiocchetto, Cesare Cattaneo 1912-1943. La seconda generazione del razionalismo,Officina Edizioni, Roma 1987.

AA.VV., Cesare Cattaneo architetto. Le prefigurazioni plastiche, catalogo della mostra, New Press, Como 1989.

AA.VV., Cesare Cattaneo. First Monograph,Wiederhall 6/8.

B. Zevi, Cesare Cattaneo 1912-1943, Archivio Cattaneo Editore, Cernobbio 2007.

N. Ossanna Cavadini, Cesare Cattaneo (1912-1943): il pensiero della ricerca polidimensionale, in A. Coppa, G. D'Amia (a cura di), Razionalismo lariano. Riletture e interazioni, Maggioli Editore, Sant'Arcangelo di Romagna 2010.

A. Novati, A. Pezzola, Il mutevole permanere dell'antico. Giuseppe Terragni e gli architetti del Razionalismo Comasco, Araba Fenice, Boves 2012.

P.-A. Croset, Cesare Cattaneo 1912_1943. Pensiero e segno nell'architettura, catalogo della mostra tenutasi nel 2012 all'Accademia di San Luca in Roma, Archivio Cattaneo Editore, Cernobbio 2013.

L. Morandotti, Asilo da collezione, in "corrieredicomo.it", 7 febbraio 2013. 

G. Biondillo, Cesare Cattaneo, il ragazzo che volle farsi frate dell'architettura, in "Nazione Indiana", rivista on-line, 24 settembre 2014.

M. Di Salvo, Io. Il bigino di Cesare Cattaneo, Archivio Cattaneo Editore, Cernobbio 2015.

archiviocattaneo@libero.it