ARCHIVIO CATTANEO

IL CICLO DI MONSIEUR TESTE

Paul Valéry


Monsieur Teste resterà come il fantasma, prodotto da un sogno ostinato e dalla disperazione delle vostre notti, che ha ricevuto la confidenza dei vostri esilii, il lamento del vostro tedio, lo choc delle vostre vocazioni cancellate, il compianto delle vostre aspirazioni represse. Strano personaggio di una forza e di una originalità singolari, di una scontrosità intellettuale voluta e forzata, di un pessimismo atroce, che lo sguardo gettato sul mondo esaspera e trasforma in collera. Fatidico Alceste che ha trascinato i suoi cenci fino al completo esaurimento e che, dopo aver ucciso la marionetta, ossia tutto ciò che non è la pura ragione, arriva, a forza di ragionamento, a una specie di insensataggine superiore e altezzosa.

Gabriel Hanotaux

Paul Valéry (1871-1945) è stato il massimo esponente della letteratura francese del XX secolo. La prima edizione di "Monsieur Teste" risale al 1926, successivamente l'opera è oggetto di ripetute aggiunte fino all'edizione postuma del 1946, poco dopo la scomparsa dell'autore.

In questo volume l'opera è arricchita del brano "Il diario di Emma", nipote del protagonista, pubblicato nelle Histoires Brisées e dei due fondamentali interventi, dello stesso Valéry e di Gabriel Hanotaux, pronunciati nel giugno 1927 in occasione dell'ammissione dell'autore all'Académie Française.


Prezzo € 18

archiviocattaneo@libero.it